“Un Tuffo nel Passato”

Anche se il tempo passa, il valore resta, perciò il Vintage sta divenendo sempre più una passione di molti! E’ così che il modernariato si mescola all’antico. Sono gli arredi del passato usati tra gli Anni 30 e gli Anni 70, che tornano di moda nelle case di oggi. Quella che fino a poco tempo fa era un fenomeno d’élite è ormai diventato una tendenza collettiva. Il mercato fiorente del vintage sta entusiasmando migliaia di persone che ormai scelgono questo stile per arredare le proprie case con gusto e un tocco di vitalità. I negozi d’antiquariato si convertono in gallerie di modernariato e si moltiplicano gli spazi dedicati al design d’epoca. Alle aste internazionali i mobili vintage acquistano sempre di più una maggiore importanza, spuntando cifre sempre più alte. Persino la più importante fiera internazionale d’antiquariato, Tefal di Maastricht, ha creato uno spazio “cordialmente” dedicato al design vintage. Si tratta di pezzi d’epoca con il potere di evocare momenti che hanno assunto l’aura del mito. Il design vintage è diventato di culto perché esprime il talento di designer visionari e di produttori anticipatori. Tali oggetti restituiscono il giusto peso alla cultura storica dando un senso di vissuto al proprio interior.
Si fa presto a dire vintage. O meglio, si fa presto a scriverlo. Si pronuncia alla francese, la cui etimologia della parola deriva da vendange,vocabolo che anticamente significava l’ âge du vin e veniva usato per indicare i vini delle annate migliori. Così come il vino invecchiando acquisisce note di gusto, anche i pezzi d’epoca acquisiscono sempre più valore con il passare del tempo. Un pool di super esperti esegue certificazioni d’autenticità di abiti e accessori, non rilasciando una perizia scritta, come succede per le opere d’arte. E si sa, ad essere fashion vintage addicts sono soprattutto le donne mentre il vintage nel mondo maschile spazia in altri campi. I Ray-Ban sono in testa alla classifica ma il modello più seguito sono i Wayfarer, nati nel 1952, quelli che avevano i Blues Brothers, ed è così che sono diventatati un vintage must. Sono gi occhiali indossati perfino da Obama. Quelli originali sono in vendita in tanti siti o negozi. L’unico dubbio che ci poniamo è come far a capire che sono davvero d’epoca. Il dettaglio rivelatore degli anni Ottanta è il marchio a destra, sull’astina, all’interno della quale bisogna cercare la scritta Ray-Ban USA. Anche le penne stilografiche rappresentano una vera rarità. Inoltre esercitano un fascino irresistibile le vecchie radio;sono straricercate, e chi ne ha già si dispera se non funzionano.