Lampadari Vintage

lampadario vintageC’erano una volta i lampadari della nonna, aborriti dagli arredatori e detestati da chi voleva una casa moderna e allegra: dorati o color bronzo, con gocce di cristallo o campane e boule di vetro, erano considerati emblemi del vecchio per antonomasia.

Oggi la situazione si è rovesciata, e ai lampadari dei tempi andati spettano nuove divertenti vite. Verniciati in colori shock, resi spiritosi con prodotti che rendono le superfici vellutate o iridescenti, arricchiti con nastri o cordoni, illuminano le stanze di bagliori neoromantici con brio. In alternativa, ripuliti e lucidati, ma senza trasformarli troppo, gli stessi lampadari entrano in ambienti dove un tempo non sarebbero mai stati, come bagni e cucine.

I lampadari dalla forma più sobrie, segni metallici degli anni sessanta e settanta, saranno perfetti per un soggiorno che richiama quei decenni. Chi predilige l’effetto brocante cercherà invece lampadari dalla raffinata linea liberty, talvolta arricchiti da campane in vetro lavorato; effetti interessanti si ottengono anche unendo vetri d’epoca in “grappoli” luminosi da far scendere dal soffitto.

Un classico intramontabile per stanze colme di nostalgie coloniali e rimandi cinematografici, è il lampadario con ventilatore a pale.

Nei mercatini, invece, non è difficile trovare elementi in vetro o ceramica per piccoli lampadari, dal tradizionale piattino con bordino contrastante o decori floreali, fino a rose e tulipani in colori come pesca o rosa cipria che rammentano i primo decenni del novecento. Bei lampadari non collegati alla luce elettrica si candidano anche ad essere elementi di decorazione in terrazza o giardino, dove scenderanno da rami frondosi per illuminare con la luce suadente delle candele una festa o una serata speciale.