Tessuti Vintage

tessuto vintageI tessuti vintage spaziano dalla tenere fantasie floreali ai disegni geometrici in colori a contrasto, passando per le righe di differenti dimensioni e scenette con paesaggi e figure, sia classiche e romantiche come nella toile de Jouy sia simpatiche ed insolite come nel tratto dei decoratori degli anni sessanta. Il tessile è un altro settore in cui ci si può cimentare nella ricerca di originali, oppure procurarsi riedizioni e rivisitazioni, che non mancano nelle produzioni attuali.

Dal punto di vista dei materiali, i tessuti d’arredamento vintage sono non di rado in fibre naturali, ma non mancano, tenendo conto della voglia di sperimentare e della moda del tempo, quelle artificiali. Bisogna comunque tener conto del fatto che, se non è impossibile, con un pizzico di fortuna, accaparrarsi buoni quantitativi di stoffa d’epoca o rotoli di parati, è più facile procurarsi piccole pezze, campionari o elementi tessili già confezionati, magari arricchiti con passamanerie, fettucce o frange.

Come utilizzare tutte queste risorse? Un campionario può diventare una grande fonte d’ispirazione: per decorare mobili, realizzare cuscini, fondi per piccoli pannelli, o giocare con la versione più attuale del patchwork accostando decori e tinte. Da quelli che furono copriletto o tende possono rinascere interessanti elementi: basta gettarli con apparente casualità su un divano, o metterli sul letto, ma di traverso rispetto ad una coperta neutra; tagliando eventuali parti rovinate, ecco paralumi, runner ovvero strisce per i tavoli, ispirazioni per portapenne, vassoi o svuota tasche.

I tessuti più preziosi si trasformano in quadri, mentre gruppi di oggetti tessili tra loro analoghi, come tovaglioli o i piccoli asciugamani detti da ospite, propongono la suggestione di una sorta d’installazione vintage: corde come quelle per stendere o tondini metallici, a cui appenderli con ironia usando mollette di legno oppure coloratissime, in un corridoio bio o in un angolo spento della cucina.

No Comments

Post A Comment